Canti sciolti e ballate per i morti di ‘ndrina e di mafia

Home » Canti sciolti e ballate per i morti di ‘ndrina e di mafia

Questo sito è un cerino che con il contributo degli uomini onesti potrebbe diventare una fiaccola

Il libro offre l’occasione – alla stregua dei drammatici e luttuosi eventi evocati – di incrementare il dibattito sulla cultura antimafiosa e più in generale sulla educazione del cittadino alla legalità. Il linguaggio della poesia, che sa con toccante incisività coinvolgere oltre che la mente anche il cuore degli uomini, è sembrato il più adatto a tale scopo.

Introduzione di Antonio Piromalli

Il poeta che si pone in rapporto con la verità sperimenta gli strumenti di diverse espressioni perché varia é la realtà; dopo avere manifestato artisticamente l’aspirazione alla totalità ritorna in mezzo alla realtà contingente aspra a selvaggia a mette in opera gli strumenti adatti. Cosi é per Marcello Vitale il quale in queste sue ballate esprime in modi adeguati, di popolare crudezza, con espressionismo, l’amaro succo di vicende che si svolgono in ambiente meridionale teatro di morte. La canzone a ballo che nella prima lirica religiosa italiana ingloba i ritmi monodici di laudesi penitenti che si battono e si umiliano per esaltare il Creatore, in cadenze più articolate con personaggi e rispondenze sì da drammatizzare e rappresentare drammaticamente la vicenda, qui fornisce il suo respiro movimentato; esso si risolve, poi, nella ballata romantica che è la veste moderna di ogni animazione interiore o anche esteriormente teatrale.

A queste forma bisogna accostare di quando in quando l’espressionismo che mette in evidenza ciò che per il popolo è più significativo e che in un determinato momento del secondo dopoguerra costituì il rapporto letterario con l’Europa. Intendiamo fare un accostamento a Ugo Betti che in Canzonette – La morte (1932) fa sentire la maledizione che circonvolge l’uomo sopra il quale é un Dio non provvidente: “Dio con l’occhio cieco e fisso – guarda le tenebre e 1’abisso – (… ) Dio con la sua mano ghiaccia – tocca la terra come una faccia – (… ) Ma con gli occhi ciechi e fissi – Dio sta curvo sugli abissi – ove la terra un dì ghiacciata – dalla sua mano sarà scagliata”.

Leggi tutto
Copertina Canti sciolti e ballate per i morti di ‘ndrina e di mafia

Presentazioni...

  • Lamezia Terme: 19 maggio 2000
  • Firenze: 27 settembre 2000
  • Napoli: 24 ottobre 2000
  • Reggio Calabria: 21 novembre 2000
  • Cassano Ionio: 27 marzo 2003

...e dibattiti

In Morte di Giovanni Falcone

Clicca qui! Clicca qui!
Lariano 8 ottobre 2022 presso Bookstore Mondadori
Marcello Vitale presenta libro La Bolgia dei dannati

Powered by